in

Da CrossFit a BOB: ecco perché tanti CrossFitters si approcciano al bob

Cosa porta gli atleti a passare dal CrossFit al BOB

crossfit bob ecco la motivazione

Tanti atleti decidono di passare dal CrossFit al BOB, James Newbury è uno di loro. La decisione di Newbury di lanciarsi su una slitta su una pista di ghiaccio a una velocità di 150 miglia all’ora non è arrivata all’improvviso. Era un sogno di lunga data del quattro volte veterano dei CrossFit Games. “L’ho guardato su YouTube, e stavo guardando quanto velocemente questi tizi stanno andando e quanta forza stanno generando”, dice Newbury. “Qualcosa di così estremo, tutto ciò che comporta un po ‘di rischio e un po’ di adrenalina, mi attrae particolarmente”.

James Newbury da crossfit a bob
Photo Credit: James Newbury

Newbury a Luglio aveva postato su Instagram un messaggio rivolto a un membro della squadra di bob australiana maschile, che ha gareggiato ai Giochi invernali 2018 a PyeongChang, in Corea del Sud. Una cosa tira l’altra e Newbury, che ha iniziato a seguire l’Australian Bobsleigh Federation, ha incontrato la squadra di bob australiana per una prova a novembre 2020. Infatti, bruciando le tappe, sei settimane dopo era in Europa a gareggiare in Coppa dei Campioni, facendo così il suo debutto competitivo con il bob alla Coppa Europa della International Bobsleigh and Skeleton Federation (IBSF) il 5 dicembre 2020, insieme al compagno di squadra Evan O’Hanlon.

Newbury e O’Hanlon hanno completato due run che hanno portato a tempi di 58,99 secondi e 59,82 secondi per il 31° posto, non male per il suo debutto su scala mondiale.😉

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da James Newbury • Australia (@jamesnewbury)

Come avrete sicuramente notato, Newbury non è l’unico atleta CrossFit ad innamorarsi del bob. La due volte concorrente dei CrossFit Games Colleen Fotsch è stata selezionata come membro della squadra nazionale di bob femminile degli Stati Uniti 2020-2021. Anche Kelsey Kiel, tre volte atleta della divisione CrossFit Games Team, è passata dall’allenarsi al box alla slitta. Ma ecco che anche Tia-Clair Toomey ha annunciato che intende provare a qualificarsi per i Giochi Olimpici Invernali del 2022 come membro della squadra di bob femminile australiana!!!

da crossfit a bob
Photo Credit: Kels Kiel

Come mai gli atleti di CrossFit amano il bob?

Di tutti gli sport esistenti, il CrossFit può essere uno dei più impegnativi fisicamente e mentalmente, lo sappiamo. Gli atleti si iscrivono per competere in una serie di eventi con un volume ben oltre quello a cui la maggior parte delle persone si sottoporrebbe volentieri. I CrossFit Games del 2020, ad esempio, hanno visto gli atleti in “Atlanta”, un allenamento che includeva due miglia di corsa, 100 handstand push-ups, 200 pistol squats e 300 pull-up . Questo era solo uno dei 12 eventi che gli atleti hanno dovuto affrontare nei tre giorni di gara. Chiaramente, agli atleti dei Games piacciono le sfide fisiche e il bob, sebbene non sia fisicamente faticoso, richiede livelli alti di potenza e forza.

Photo Credit: WODwell

“Penso che per i CrossFitters in particolare, oltre a fare molto sollevamento pesi , dobbiamo allenarci anche nello sprint. Le abilità che abbiamo acquisito attraverso CrossFit possono essere riportate al bob abbastanza facilmente”. Afferma Newbury, che, come frenatore, è responsabile della spinta della slitta e della sua accelerazione dal salto. Quella fase in particolare, richiede una quantità estrema di forza esplosiva a breve termine.

Come sottolinea Newbury, la maggior parte dei Crossfitters possiede già molte abilità dalla pesistica alla corsa, il che, con alcuni allenamenti specifici per il bob, li rende candidati ideali per questo sport.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da James Newbury • Australia (@jamesnewbury)

C’è ovviamente l’aspetto mentale del bob a cui molti atleti sembrano attratti. Per dominare, per non parlare di finire, un numero qualsiasi di WOD, gli atleti CrossFit devono essere “allenati” mentalmente. Sappiamo che alcuni atleti “spaccano” grazie all’adrenalina e sono alimentati sia dagli applausi del pubblico che, in alcuni casi, dalla competizione stessa.

Il bob distribuisce le dosi di adrenalina in modo diverso. Ogni slitta trasporta una squadra di due o quattro persone. Gli atleti spingono una slitta con una partenza in corsa e poi saltano dentro e scivolano lungo una pista ghiacciata. Il frontman, o pilota, sterza mentre l’uomo dietro, noto come frenatore, controlla la velocità. I bob raggiungono velocità di quasi 100 miglia all’ora (160km/h!!)

Capiamo che è anche uno sport estremamente pericoloso. Gli atleti indossano caschi e guanti, ma gli incidenti con il bob sono violenti e purtroppo ricorrenti.
“Ho visto alcuni incidenti, e ho pensato, ‘Oh, voglio provarci”, dice Newbury. Sarà questo il motivo? Che il pericolo e il brivido, che allontanerebbero la maggior parte delle persone, è esattamente ciò che questi CrossFitters sembrano volere?

Photo Credit: Plant Based News

Come ci si allena per il bob?

Una parte vitale del bob è chiamata stretching push-off. Un allungamento di spinta forte e veloce, che è la spinta iniziale della slitta e può essere spesso ciò che fa la differenza tra vincere e perdere. In qualità di frenatore, il lavoro di Newbury è quello di portare la slitta alla velocità il più rapidamente possibile. Una slitta per quattro persone pesa 462 libbre, circa 210 kg (e fino a 1.300 libbre, ovvero circa 600 kg con l’equipaggio al suo interno). È effettivamente un sacco di peso!!

Secondo Newbury, lo squat, il power clean e lo sprint di 30 metri sono tre movimenti su cui si concentrano i bob. Aggiunge anche che gli uomini d’élite sono tornati a squattare pesi intorno ai 250 kg (551 libbre), fare clean vicino ai 200 kg (440 libbre) e correre a 30 metri in circa 3,7 secondi. Il miglior sprint sui 30 metri di Newbury è stato registrato a 3,9 secondi.  Oltre ad alterare il suo allenamento, Newbury sta anche cercando di aumentare di peso, da cinque a sei kg dal suo normale peso di 88 kg (194 libbre).

numero di atleti in classe crossfit caro

“La cosa che non sto facendo al momento, cosa che stavo facendo molto prima, è il lavoro di resistenza”, dice che ha interrotto le sue corse di 12 chilometri e le sessioni di nuoto di due ore.  “Mi muovo ancora, alzo il battito cardiaco con altre cose, ma fondamentalmente sto concentrando tutte le mie energie per diventare veloce e diventare forte e potente. Non è necessario avere un Vo2 max molto alto per spingere un bob. Si tratta principalmente di quanto velocemente riesci a far muovere quel bob entro 30-50 metri “.

I CrossFitters e gli atleti di bob sono, tipicamente, atleti sia forti che esplosivi.  Non hanno numeri paragonabili ai powerlifters ma un back squat di oltre 500 libbre (220kg) non è poco!! Quindi, quello che manca fondamentalmente è l’apprendimento per gli atleti CrossFit delle tecniche per maneggiare e manovrare una slitta.

Ritornando a Tia Toomey, in un’intervista dichiara che il suo obiettivo è ovviamente quello di provare a qualificarsi per le Olimpiadi invernali e che ci sta lavorando da circa un anno e mezzo. Tia starebbe aspettando il suo Visto per trascorrere un paio di mesi in Corea del Sud allenandosi con la squadra di bob australiana prima di tornare a concentrarsi sul CrossFit per la stagione 2021 degli Open e dei CrossFit Games.

tia clair toomey paracalli crossfit
Photo credit: flsportsguy

Toomey ha aggiunto: “Non ho idea di cosa aspettarmi. Non so davvero in cosa mi sto cacciando, ma, sai, ovviamente questa era un’opportunità che pensavo sarebbe stata molto, molto interessante. “
Chi siamo noi per giudicare 😂

Il futuro sembra roseo per il bob, dato che più CrossFitters d’élite trovano piacevole la scarica di adrenalina sul ghiaccio. Con Newbury, Fotsch, Kiel e Toomey apparentemente impegnati a continuare il loro viaggio in questa direzione, sarà interessante vedere chi si unirà a loro.

Voi cosa ne pensate?

A presto!
Michele 💪🏻

Michele

Scritto da Michele

Mi chiamo Michele, trapiantato al nord da diversi anni, ho iniziato il mio percorso nel mondo del fitness da Personal Trainer e istruttori di allenamento funzionale. I video di Lucas Parker ed i suoi tronchi d’albero mi hanno fatto conoscere il CrossFit, e ad oggi non posso farne a meno! Amo l’ironia, che ci salva dalle situazioni spiacevoli dentro e fuori dal box!

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Allenamento con bumper Xenios USA

5 esercizi che puoi fare con un solo bumper

ricetta muffin all'acqua fit

Droppa In Tavola – Ricetta muffin all’acqua